Crea sito

Dividere un file di grandi dimensioni su Ubuntu

Gnome Split LogoA volte capita di avere file di grandi dimensioni, che non ci consente facilmente di inserirli in supporti quali cd e dvd.

Una soluzione è quella di eseguire lo split dei file, ovvero spezzettare il file in altri file di dimensioni minori. Su Ubuntu è possibile suddividere i file in tanti file di dimensioni minori grazie a “Gnome Split”, un’applicazione che si trova su Ubuntu software center.

All’avvio del programma è visualizzato l’aiuto del programma, per facilitare il suo utilizzo, ma è possibile anche disattivarlo cliccando sul punto 2 indicato nell’immagine 1. Nel punto 1 dell’immagine 1 è possibile invece scegliere se dividere un file oppure unire in un unico file diversi files precedentemente divisi.

Gnome Split Help

Immagine 1

Cliccando su continua si passa alla schermata che ci permette di selezionare il file che vogliamo dividere (punto 1 Immagine 2).

Gnome Split

Immagine 2

Cliccando su continua si passa alla schermata che ci permette di scegliere come dividere il file. Possiamo scegliere di dividere il file in 2 o più pezzi, oppure possiamo scegliere di dividere il file in pezzi di tot Bytes, KiloBytes, MegaBytes, GigaBytes (tot viene impostato nel punto 1 dell’immagine 3). Se il file da dividere è molto capiente possiamo anche scegliere di dividerlo in gruppi di 700MB (la dimensione di CD-R) oppure in gruppi da 4,7 GB (la dimensione di un Dvd). Tutte queste possibili combinazioni possono essere configurate variando i punti 1 e 2 dell’immagine 3.

Gnome Split

Immagine 3

Cliccando su continua si passa alla schermata che ci permette di scegliere l’algoritmo da utilizzare per dividere il file (punto 5 immagine 4). E’ possibile usare i seguenti algoritmi per dividere il file:

  • Algoritmo predefinito: divide il file in diversi files senza controllare l’integrità del file con un checksum
  • Algoritmo Gnome Split: divide il file in diversi files eseguendo un controllo di integrità con MD5 sum
  • Algoritmo xtremsplit: divide il file in diversi files con l’algoritmo Xtremsplit. Chi usa Xtremsplit sarà in grado di riunire i files senza udare Gnome Split.  Viene eseguito un controllo di integrità con MD5 sum.
  • Algoritmo KFK: divide il file in diversi files con l’algoritmo KFK. Chi usa il programma KFK sarà in grado di riunire i files senza usare Gnome Split.
  • Algoritmo Yoyo Cut: divide il file in diversi files con l’algoritmo Yoyo Cut. Chi usa il programma YoyoCut sarà in grado di riunire i files senza usare Gnome Split. Viene eseguito un controllo di integrità con MD5 sum.
Gnome Split

Immagine 4

Cliccando su continua si passa alla schermata riepilogativa. Cliccando su Applica il file verrà diviso seguendo tutte le impostazioni che sono state scelte nei passi precedenti.

Gnome Split

immagine 5

I files che sono stati creati a partire dal file originale vengono posizionati nella vostra home.

Se invece di dividere vogliamo unificare i files in un unico file, basta scegliere Unisci più file (punto 1 dell’immagine 1). Poi come è stato fatto prima cliccare su continua e selezionare il primo pezzo del file sul vostro file system, poi cliccare su continua e infine il file verrà unificato.

Se l’aiuto all’avvio viene disattivato tutte queste funzioni saranno inglobate in un’unica finestra.

Comments are closed.